Terrorismo islamico, Cheffou rilasciato perché ha un “alibi telefonico”

 

Faysal-CheffouUn alibi basato sui tabulati telefonici: sarebbe questa la novita’ che ha permesso a Faysal Cheffou, il trentenne giornalista free lance sospettato di essere “l’uomo col cappello” della strage all’aeroporto di Zaventem, di essere rilasciato dopo 24 ore dai magistrati belgi. Lo ha rivelato il suo avvocato, Olivier Martins. Cheffou, ha spiegato il legale all’emittente Rtbf, “ha fornito un alibi a livello di telefonia, affermando che era a casa sua al momento degli attentati” e “ha ricevuto delle chiamate”.

Dall’esame del traffico telefonico e del cellulare di Cheffou sarebbero arrivati elementi “a sua discolpa”, anche se il giornalista free lance resta indagato per terrorismo. L’avvocato, peraltro, ha affermato che il suo assistito si è dichiarato innocente e ha respinto tutte le accuse. “E’ contro l’Isis e non ha alcun collegamento con i terroristi coinvolti nell’attentato”, ha assicurato Martins.

La scarcerazione del sospetto e’ stata criticata dai media e dallo stesso sindaco di Bruxelles, Yvan Mayeur, il quale ha ricordato che “questo personaggio e’ venuto ad agitare i rifugiati e ha aggredito rappresentanti dell’Ong Medecins du Monde” e per questo ne aveva gia’ chiesto in passato l’arresto. agi

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -