La Bce aiuta le banche: denaro a costo zero per saccheggiare i consumatori

 

Inaccettabili attuali tassi medi aperture credito (11,53%), prestiti personali (10,65%), mutui.

Draghi

(Adusbef) – La Bce paga le banche, compresi gli Istituiti di credito italiani, offrendo 80 miliardi di euro al mese di liquidità con il QE a tasso zero, per consentire loro di saccheggiare i consumatori, specie in Italia, con tassi di interessi che non sono considerati usurari se arrivano a superare il 24% per alcune tipologie di prestiti.

E mentre l’EURIBOR (per mutui e prestiti indicizzati), ad  1 Mese registra -0.33% ; a   3 Mesi -0.24% ; a    6 Mesi -0.13%; le banche, che non adeguano i mutui a tasso variabile accampando codicilli, clausole contrattuali capestro  e pretesti, possono applicare il tasso variabile del 2,72 %, nel trimestre 1 aprile-30 giugno 2016  sull’intera distribuzione, senza sconfinare nel reato di usura, se qualche intermediato dovesse praticare il tasso del 7,4 %.

Con l’EURIRS  (indice per mutui e prestiti a tasso fisso) attestato a 5 anni allo 0.07%; a 10 anni allo 0.62%; allo 0.96% a 15 anni;  l’1,09% a 20 anni;  l’1,13% a 30 anni, le banche operanti in Italia, possono praticare i tassi fissi del 3,39% sull’         intera distribuzione, senza commettere il reato di usura ai sensi della legge 108/96 se qualche banca dovesse praticare il tasso dell’8,2375 per cento.

Come si legge http://www.bancaditalia.it/media/comunicati/documenti/2016-01/cs-tegm-04-06-2016.pdf,

il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha emanato con Decreto Ministeriale del 24 marzo 2016 i tassi di interesse effettivi globali medi ai sensi della legge sull’usura n. 108 del 1996 in vigore per il periodo 1° aprile – 30 giugno 2016, tassi soglia calcolati secondo il meccanismo introdotto dal decreto legge del 13 maggio 2011, n. 70 in vigore dal 14 maggio 2011.

Secondo tali tabelle, le banche che non remunerano più i depositi continuando a far pagare costi di gestione dei conti correnti privi di convenzione, con spese annue medie di 318 euro, contro una media Ue di 114 euro, hanno piena facoltà di saccheggio su famiglie ed imprese, praticando tassi di interessi globali medi, per le aperture di credito fino a 5.000 euro (11,53%); 9,41% oltre i 5.000 euro; gli scoperti senza affidamento fino a 1.500 euro il 16,09% (tassi soglia 24,0900);  14,78% oltre 1.500 euro (Tassi soglia il 22,4750%); Anticipi e sconti          il 9,80% fino a 5.000 euro (tassi soglia 16,2500%);  il 7,64% da 5.000 a 100.000 (13,5500% tassi soglia);  il 4,66 % oltre 100.000 euro (tassi soglia 9,8250%).

Per prestiti e crediti personali intera distribuzione, le banche esigono i tassi del 10,65% (tassi soglia il 17,3125%); per altri finanziamenti alle famiglie e alle imprese (intera distribuzione) chiedono il        10,30% con tassi soglia del 16,8750%),  mentre per i crediti erogati privi di sofferenza perché ultra garantiti, come i prestiti contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, pretendono il 12,16% per finanziamenti fino a 5.000 euro (tasso soglia il 19,2000%); il 10,79%  oltre i 5.000 euro, con il tasso soglia che potrebbe arrivare al 17,48755%, senza incappare nel reato di usura.

Quando potrà riprendersi l’economia e la produzione se le banche, continuamente aiutate da contigue autorità vigilanti e platealmente favorite dai governi con provvedimenti ad hoc, dagli sconti fiscali sulle perdite portati ad 1 anno dai 18 anni precedenti; all’esproprio delle case in mancanza di 18 rate non pagate senza la legittimità di un giudice con l’imposta di registro, ipotecaria e catastale, che passa dall’aliquota del 9%, alla misura ‘fissa di 200 euro; alla Bad Bank con la garanzia statale sulle cartolarizzazioni dei crediti morosi (la Gacs), e la dotazione del Tesoro di 120 milioni di euro; al ripristino dell’anatocismo, lucrosa attività di ricapitalizzare gli interessi, che genera 2 miliardi di euro l’anno a favore delle banche disposto dal nuovo art.120 del Tub (Testo Unico Bancario,) continuerà a saccheggiare famiglie ed imprese, rappresentando una palla al piede e la madre di tutti i sistemi vessatori e predatori ?
Elio Lannutti (Adusbef) – Rosario Trefiletti (Federconsumatori)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -