500 veicoli tedeschi per la polizia italiana

 

bmw_polizia_stradale

Flotta tedesca per la Polizia, oltre 500 BMW tra 320d touring e R 1200 RT e F 700 GS
di Mattia Eccheli
ROMA – La flotta della Polizia di Stato diventa sempre più internazionale. Oltre vent’anni dopo l’entrata in servizio, in Lombardia, delle prime auto BMW ed a pochi mesi di distanza dalla rinnovata collaborazione avvenuta sia in occasione dell’Expo di Milano sia del Giubileo di Roma (quattro Bmw i3 e sei scooter C Evolution in comodato gratuito), è cominciata la consegna di un numero importante di veicoli a quattro e due ruote: 278 auto Bmw 320d Touring e 240 moto R 1200 RT e F 700 GS.

Le prime vetture e le prime moto sono state presentate presso il Compartimento Polizia Stradale di Roma. Le quarantacinque moto R 1200 RT andranno alla Polizia Stradale, mentre le centonovantacinque F 700 GS verranno assegnate alle Questure. La fornitura rientra nell’ampio processo di rinnovamento del parco veicolare nell’ambito del quale si erano aggiudicate dei bandi anche Seat (Leon è la prima auto “condivisa” tra Polizia e Carabinieri) e Renault (Clio solo per la Benemerita).

Per saperne di piu’   >>>>   http://motori.corriereadriatico.it



   

 

 

1 Commento per “500 veicoli tedeschi per la polizia italiana”

  1. L’Italia è un produttore di auto e non ci facciamo una gran bella figura a munire la nostra polizia con auto e moto straniere, tanto di cappello per la BMW, personalmente ne ho avuto due ma uno stato deve essere vetrina del prodotto nazionale, inoltre le moto le facciamo sicuramente meglio di loro.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -