La Bce spaventa l’Italia: “Sforerà i conti anche con la flessibilità”

 

MATTEO_RENZI

FRANCOFORTE (GERMANIA) – L’Italia rischia di incappare in un “significativo scostamento dai requisiti” europei sui conti pubblici “anche qualora si decidesse in primavera di accordarle maggiore flessibilità al paese”. E’ quanto riporta la Bce, citando nel suo bollettino economico le previsioni della Commissione europea.

ITALIA A RISCHIO – La “regola sul debito”, secondo l’istituto guidato da Mario Draghi, verrebbe sforata sul 2015 e 2016. “Le previsioni di inverno della Commissione indicano per l’Italia una differenza di 0,8 punti percentuali tra il Pil per il 2016 e il percorso di aggiustamento richiesto”.

LA SITUAZIONE SI AGGRAVA – Rispetto alle previsioni dello scorso autunno, il divario si è ampliato “a causa delle spese aggiuntive inserite nella legge di stabilità per il 2016”, che hanno aumentato l’obiettivo di disavanzo di 0,2 punti percentuali al 2,4 per cento del Pil. “Secondo le informazioni attualmente disponibili – scrive la Bce – quest’anno vi sarebbe il rischio di un significativo scostamento dai requisiti del braccio preventivo, anche qualora si decidesse in primavera di accordare maggiore flessibilità al paese. Inoltre, l’Italia non rispetterebbe la regola del debito né nel 2015 né nel 2016”.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -