Terrorismo, Alfano: “Le falle nei sistemi di sicurezza sono una preoccupazione”

 

alfano

“Non saro’ io domani a muovere critiche al sistema di sicurezza belga. Di sicuro le falle nei sistemi di sicurezza sono la preoccupazione per il futuro”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nel corso di ‘Porta a Porta’ in onda in seconda serata e dedicato agli attentati di ieri a Bruxelles e alla prevenzione del terrorismo in genere.

Domani Alfano sara’ nella capitale belga per prendere parte al Consiglio europeo dei ministri dell’Interno della Ue. Il riferimento del titolare del Viminale era alle notizie arrivate dalla Turchia e secondo cui uno dei kamikaze di Bruxelles, Ibrahim al Bakraoui era stato espulso e rimandato in Belgio, dove evidentemente era libero di muoversi.

Alfano ha poi parlato di deficit nella cooperazione di intelligence a livello europeo: “non funziona bene il versamento di informazioni alla banca dati europea. Tenerle per se’ rende piu’ deboli anziche’ piu’ forti, la titolarita’ di informazioni fa solo credere di essere piu’ forti”. Secondo Alfano un ‘serbatoio’ unico di informazioni renderebbe invece l’Europa piu’ forte, “l’implementazione delle banche dati europee e’ il tema del futuro”. Il ministro dell’Interno ha ricordato quindi che in Italia ci sono state 74 espulsioni di soggetti radicalizzati, tra cui 5 imam, che inneggiavano all’odio. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -