Casa occupata dai Rom, giudice la sequestra e non la restituisce agli assegnatari

 

giudiceSu disposizione della magistratura l’alloggio popolare di via Mattarella ad Avezzano, occupato abusivamente nei giorni scorsi, e’ stato fatto sgomberare e sequestrato su disposizione della magistratura. Al blitz hanno partecipato ieri polizia, carabinieri e polizia locale.

L’appartamento del terzo piano, assegnato alla famiglia di Gianni Di Marco, era stato occupato da una ragazza 24enne di Avezzano di origini rom, madre di una bimba di sei mesi. Non sono mancate scene di panico e momenti di tensione con le forze dell’odine. La giovane sosteneva che la famiglia Di Marco, la cui compagna e’ di nazionalita italiana ma di origini marocchine, non vivesse realmente in quella casa. La famiglia marsicana, che ha sempre negato questo particolare, e’ attualmente ospitata in un albergo a spese del Comune.

Il provvedimento del giudice, sollecitato anche dal sindaco Gianni Di Pangrazio, ha portato al sequestro dell’abitazione, ma neanche i legittimi assegnatari, almeno per il momento, potranno rientrare nell’alloggio. La donna si e’ poi recata in Comune per parlare con il sindaco e con i responsabili dei servizi sociali. Mentre gli agenti delle forze dell’ordine presidiavano il municipio, e’ esplosa una bomba carta, probabilmente lanciata sul retro del palazzo con l’intento di creare panico. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -