Bruxelles: musulmana commemora le vittime stropicciando la bandiera israeliana

 

Il video che riportiamo è tratto dalla diretta delle commemorazioni di Bruxelles, riprese da una telecamera di sicurezza. Questi fotogrammi stanno facendo il giro dei social network perché ritraggono una donna musulmana intenta a celebrare le vittime. Lodevole, senza dubbio, ma lo fa a modo suo: a un certo punto, mentre sta per posare la bandiera palestinese che aveva in mano, si accorge di quella israeliana e decide di nasconderla, coprendola con un’altra che si trova vicino.
Una maniera davvero discutibile di commemorare una strage e salutare i morti.

In quella piazza, in quel momento, ci sono molte persone tra cui poliziotti. Nessuno pensa di rimproverarla e chiederle il motivo del gesto. Un atteggiamento che, pur apparentemente “solo” anti-israeliano”, potrebbe pure nascondere altro.

Da notare che la donna non indossa una semplice kefiah, ma la sciarpa dei sostenitori di Fatah, nella quale è ritratta sul bordo l’effigie della moschea di Al-Aqsa, a Gerusalemme, con la scritta “Gerusalemme sarà musulmana”.

Non può essere ignorato il fatto che tutti i terroristi finora identificati abbiano manifestato idee fortemente antisioniste e che l’odio antisemita sia un segnale importante di radicalizzazione.
Indifferenza e pressapochismo sono invece un pericoloso segno di vulnerabilità.

Riccardo GhezziL’INFORMALE

 

C est ça leur vrai visage!! En direct sur RTL!! Je suis choqué! Rien ne changera …

Pubblicato da Elisha Benkoski su Mercoledì 23 marzo 2016

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -