Ragazzo muore in montagna per soccorrere il suo cane

 

soccorso-montagna

MONTEMONACO (ASCOLI PICENO), 20 MAR – Si chiamava Matteo Mari il ragazzo di Macerata morto durante un’escursione sul Monte Banditello, ad Altino di Montemonaco (Ascoli Piceno), nella catena dei Sibillini, intrapresa insieme ad un amico e al suo amato cane. A operazioni di recupero del corpo ormai concluse, i soccorritori hanno confermato che proprio l’amore per l’animale, precipitato per oltre cento metri in fondo ad un canalone, è costato la vita al giovane: Matteo ha cercato di calarsi nel precipizio per soccorrere la bestiola, ma è scivolato sul tappeto erboso di falaschi coperti di neve, ed è stato inghiottito anche lui dal crepaccio.

Per riportarlo in quota con il cane, entrambi ormai senza vita, i volontari del Corpo nazionale del Soccorso alpino e i vigili del fuoco hanno impiegato alcune ore, dopo che un medico esperto in tecniche speleoalpinistiche si era calato nel precipizio potendo solo constatare i due decessi. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -