Mali: attaccato hotel che ospita la missione militare UE

 

mali-bamako

21 MAR – Attacco in corso all’hotel Nord-Sud di Bamako, in Mali, che ospita i militari della Eutm, la missione di addestramento dell’Unione europea. Lo riferiscono i media francesi. Un assalitore è stato ucciso, un altro è asserragliato nella struttura. L’hotel si trova nel quartiere Aci 2000, a pochi metri dall’ambasciata americana.

“Uomini armati hanno attaccato una base di addestratori militari dell’Unione europea a Bamako”, ha affermato un funzionario del ministero della Difesa e un testimone, stando a quanto riporta il sito de Le Figaro. “Gli aggressori hanno cercato di forzare l’entrata e le guardie appostate all’ingresso hanno aperto il fuoco. Un aggressore è stato ucciso. La sparatoria è proseguita per diversi minuti”, ha precisato un testimone vicino all’hotel Nord-Sud.
Il 20 novembre scorso 22 persone furono uccise nell’attacco all’hotel, Radisson Blu, da parte di un commando legato ad al Qaida

Stanno tutti bene i militari del contingente italiano in Mali. Lo si apprende da fonti dello Stato maggiore della Difesa.
Sono dodici, attualmente, i militari italiani schierati nel paese africano in due distinte missioni dell’Unione europea.
Sono tre quelli presenti a Bamako, la città dove è avvenuto l’attacco: sono stati contattati dall’Italia e stanno tutti bene. Nessuno è stato coinvolto. Anche la missione militare di addestramento dell’Unione europea ha reso noto che “non ci sono feriti tra le forze della nella missione, né danni all’albergo”. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -