Arresto di Abeslam, Renzi: “la risposta sia culturale”

 

abeslamFelice per l’arresto di Salah, il terrorista responsabile della strage al Bataclan di Parigi, ma con una “riflessione ulteriore” necessariamente da fare: “Il terrorista Salah è stato ritrovato a casa sua. Cioè nei luoghi in cui è nato, cresciuto, diventato uomo. Non era in Siria, non era in Afghanistan, non era in Africa, non era su un barcone. Era a Bruxelles, in un quartiere della città. A due chilometri di distanza da dove si tengono i vertici dell’Unione Europea”.

Duqneu, scrive Matteo Renzi nella e-news ai suoi sostenitori, la conferma di ciò che l’Italia “dice da mesi in tutte le occasioni: accanto a una risposta credibile sul piano securitario l’Europa deve avere una strategia sui temi della cultura, delle periferie, dell’educazione”.

Benestanti, istruiti e drogati: ecco chi sono i fratelli Abdeslam, terroristi di Parigi

terroristi-Abdeslam-parigi

Il presidente del Consiglio si dice “contento” per l’arresto di Salah, “penso alle famiglie delle vittime, cominciando da quella di Valeria Solesin”. Ma poi si chiede: “Tutto risolto, dunque? Ovviamente no. La minaccia terroristica esiste e resiste dappertutto, anche in Europa, anche in Italia. Dunque è fondamentale non abbassare la guardia, investendo sugli strumenti tecnologici (in questo caso il terrorista è stato individuato grazie a un vecchio telefonino), sulla sicurezza, sulle forze di polizia”.

Ma soprattutto bisogna investire in cultura: “Lo abbiamo sintetizzato con una proposta che è già diventata legge nel nostro Paese con la Stabilità: per ogni euro investito in sicurezza, un euro investito in cultura. Per ogni euro investito in polizia, un euro investito in educazione. Sono gli stanziamenti già previsti dalla legge di stabilità. Ma ogni giorno che passa siamo sempre più convinti che questa proposta italiana debba diventare legge anche in Europa. Gli attentatori di Parigi erano cresciuti in Belgio. Il boia dell’Isis era cresciuto in Inghilterra. I killer di Charlie Hebdo erano francesi. Esiste una questione educativa in Europa che è rilevante almeno quanto quella securitaria. Sottovalutarla sarebbe un errore clamoroso”.

(Renzi è un illuso. L’integrazione non esiste  Non si sentono francesi, giocatori scelgono la patria dei genitori o dei nonni)  –    Francia: Avignone – Reine Jeanne, la città dei salafiti

E cita una frase riportata in vari reportage sull’arresto di Salah, una frase “impressionante e illuminante” di un conoscente del terrorista: “‘Solo voi stranieri potevate pensare che uno nato e cresciuto a Molembeek potesse andare via’. Uno nato e cresciuto a Molembeek, Bruxelles, Europa. Spero che la proposta italiana (che presto diventerà anche la proposta di tutta la sinistra europea, socialisti e democratici) sia fatta propria anche dagli altri Paesi. E che si dia centralità agli investimenti educativi, culturali, urbanistici nelle periferie di tutta Europa. Per ogni euro in sicurezza un euro in cultura, per ogni euro alla polizia un euro nelle scuole. Altrimenti non perdiamo solo la sfida del terrorismo: perdiamo noi stessi”.  (con fonte askanews)

 

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Arresto di Abeslam, Renzi: “la risposta sia culturale””

  1. Certo;con questi l’integrazione non esiste perchè NON vogliono integrarsi!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -