Anche i sindacati europei di Polizia a Roma per Tonelli

 

cesp-tonelli

AGENPARL “Anche i sindacati europei di polizia hanno prestato attenzione alla mia protesta e si sono resi conto che è un problema di democrazia interna alle Forze dell’Ordine. Proprio per questo una delegazione del CESP verrà nei prossimi giorni a Roma per sostenere la mia battaglia”.

Lo ha evidenziato il Segretario Generale del SAP Gianni Tonelli, spiegando che  arriveranno nella Capitale il Presidente del CESP (Conseil Européen des Syndicats de Police), il cipriota Andreas Symeou, il Segretario Generale, l’olandese Geert Priem e una delegazione composta dai responsabili dei maggiori sindacati di polizia dei seguenti Paesi: Albania, Cipro, Francia, Macedonia, Olanda, Portogallo, Romania e Spagna.

Venerdì 18 marzo alle 11 è in programma una conferenza stampa del SAP e della delegazione del CESP, in cui verranno illustrate ai giornalisti le motivazioni che hanno portato numerosi sindacati di polizia europei a dare il loro sostegno allo sciopero della fame di Tonelli, giunto al 56° giorno di astensione totale dal cibo.

«E’ molto importante che un’organizzazione internazionale come il CESP e tutti i colleghi d’Europa mi abbiano espresso la loro vicinanza – ha precisato Tonelli -. Basti pensare che numerosi esponenti di questo organismo mi hanno scritto, manifestandomi la loro solidarietà e invitandomi a proseguire la mia battaglia. Inoltre, in vari Paesi le televisioni e i giornali hanno parlato della mia protesta. Siamo così riusciti a varcare le frontiere italiane, nonostante la censura di palazzo.»



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -