Siria, Gentiloni: “Non è possibile che Assad resti alla guida”

 

gentiloni

“La transizione concordata a livello internazionale prevede il superamento del ruolo di Bashar al Assad e della sua personale leadership in Siria”: è quanto ha detto ai microfoni di RaiNews24 il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni , al termine del vertice a Parigi con gli omologhi di Stati Uniti, Francia, Germania e Regno Unito sulla crisi siriana, alla vigilia della ripresa dei negoziati di pace a Ginevra.

Non è possibile immaginare una transizione in Siria e un nuovo contesto pluralistico e pacifico con ancora Assad alla guida“, ha rimarcato Gentiloni commentando le dichiarazioni rilasciate ieri dal suo omologo siriano, Walid Muallem, secondo cui il presidente sarebbe “la linea rossa” da non superare. “Questa è l’opinione del ministro degli Esteri siriano, non molto costruttiva”, ha aggiunto.

I ministri hanno di fatto convenuto sulla necessità che “alla riduzione delle ostilità corrisponda al più presto una ripresa dei negoziati per dare a questa tregua anche una prospettiva politica”.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

3 Commenti per “Siria, Gentiloni: “Non è possibile che Assad resti alla guida””

  1. questo incopetente oltre che fare danni fa lo sguattero di Barack Obama

  2. Gentiloni si schiera per l’ennesima volta dalla parte dei tagliagole islamici, Gentiloni, il PD e tutto il governo golpista, supportano ed hanno supportato i macellai mussulmani, per questo dovrebbero tutti marcire in galera.

  3. L’unica cosa intelligente che potrebbe fare Gentiloni è quella di quidere con le sanzioni economiche alla Siria.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -