Mattarella: la migrazione non è un fenomeno transitorio

“Io rispetto, nel mio come negli altri Paesi, qualunque posizione. Naturalmente occorre evitare di semplificare: queste posizioni non sono maggioritarie, non lo sono state neppure in Germania, quindi occorre tenere conto di questi orientamenti ma senza semplificare e cadere nell’errore di ritenere che queste posizioni di rifiuto interpretino l’Europa perché non sono maggioritarie”.

Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sollecitato dai cronisti, ha commentato da Addis Abeba l’affermazione della destra nelle elezioni regionali in Germania .Il capo dello Stato ha proseguito: “Mi pare che maggioritarie siano altre posizioni, nel rispetto di tutti, ma io non intendo fare richiami a nessuno. Occorre che l’Europa si renda conto di non essere il centro del mondo; il centro del mondo non c’è più. Quel che avviene nel mondo vale per tutti al di là delle illusioni di potersi chiudere nelle proprie frontiere”.

“Oggi ho visto – ha aggiunto il presidente – parlando con il responsabile dell’Etiopia, che questo Paese, che è in grave difficolta perché il nino ha creato siccità e scarso raccolto, ospita in campi profughi 800mila persone. Noi stiamo aiutando, così come lo fa l’Unione Europea e l’Onu con le sue agenzie, lo sforzo di questo Paese come di altri Paesi che si rendono conto che questo fenomeno migratorio non è transitorio e va comunque affrontato con intelligenza“.

Infatti è un fenomeno programmato  Le migrazioni di massa e l’ente miliardario che le “promuove” (Oim)

“C’è una considerazione di fondo da fare – ha concluso Mattarella – ed è quella che nessuno lascia la propria terra se può vivervi in pace e in maniera accettabile. Se la lascia vuol dire che non ha queste condizioni e allora se si vuole che non vi siano flussi migratori sempre più imponenti occorre aiutare i Paesi da cui nascono i flussi perché non vi siano più né guerre, né persecuzioni, né condizioni economicamente inaccettabili. Se non si comprende questo non si comprende che il fenomeno migratorio sarà sempre più imponente”. (con fonte LaPresse)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -