Costa d’Avorio, attacco contro hotel al grido “Allah Akbar”: 15 morti

 

Sarebbe di almeno 6 morti il bilancio dell’attacco contro un hotel a Grand-Bassam, località balneare della Costa d’Avorio. Lo riferiscono alcuni media, secondo cui due uomini armati di kalashnikov sarebbero entrati nell’Etoile du Sud, frequentato da turisti e diplomatici occidentali. Alcuni testimoni sostengono che gli aggressori avrebbero gridato “Allah Akbar”. Altri media parlano invece di due vittime.

La Farnesina sta verificando l’eventuale presenza di italiani nella zona dove è avvenuta la sparatoria in Costa d’Avorio. Lo hanno riferito dal ministero degli Esteri all’Adnkronos.

AGGIORNAMENTO

E’ salito ad almeno 15 morti, dei quali cinque europei, il bilancio dell’assalto da parte di un commando di uomini armati a due hotel di Grand Bassam, in Costa d’Avorio. Lo riferiscono media francesi. Gli assalitori, con i volti coperti da passamontagna, avrebbero utilizzato kalshnikov e granate. La Farnesina fa sapere di aver avviato le verifiche per accertare l’eventuale coinvolgimento di italiani nella sparatoria.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -