Medici senza Frontiere apre un nuovo campo per clandestini presso Calais

 

profughi-bocca-cucita

Soluzione in vista per centinaia di clandestini che vivevano nel campo di Basroch, a 40 chilometri da Calais. Nelle vicinanze, a Grande-Synthe, apre un centro di accoglienza creato quasi interamente con fondi di Médecins Sans Frontières, senza aiuti dello Stato. I primi duecento stranieri sono già stati trasferiti.

Tra coloro che sono arrivati al nuovo campo ci sono anche alcuni iraniani provenienti da Calais, che per protesta si erano cuciti le labbra o avevano detto di aver avviato uno sciopero della fame.

A Calais intanto continuano le manifestazioni di migranti e volontari mentre prosegue lo smantellamento di tende e baracche dalla zona sud della bidonville.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -