L’Oms vuole 437 milioni di dollari “per la Siria”

 

omsROMA, 7 MAR – In Siria la situazione sanitaria peggiora ‘non di giorno in giorno, ma di ora in ora’. Lo afferma Ala Alwan, direttore dell’ufficio per il Mediterraneo orientale dell’Oms, in un messaggio in cui ricorda ai paesi donatori che servono 437 milioni di dollari per far fronte alle necessità urgenti.

“Come sempre nei conflitti sono i civili innocenti a pagare il prezzo maggiore – ricorda Alwan -. Quasi due terzi dei siriani non ha accesso all’acqua pulita, e sono quindi a rischio tifo e colera. Nel paese quasi 300mila donne incinte non hanno l’assistenza medica di cui necessitano. Persone con malattie croniche stanno morendo di complicanze che sono facilmente controllabili in circostanze normali. Metà dei bambini non ha le vaccinazioni, e uno su quattro rischia problemi mentali”.

Lo scorso 4 febbraio, ricorda il messaggio, una conferenza dei donatori a Londra aveva raccolto impegni dai singoli stati per 9 miliardi di euro, ma l’Oms e le altre agenzie non hanno ancora ricevuto fondi. “Io esorto i donatori internazionali a tenere fede alle promesse e coprire le mancanze nei fondi – conclude Alwan -. Servono 437 milioni di dollari urgentemente per far fronte alle necessità sanitarie. Senza questo supporto milioni di persone verranno lasciate senza i servizi essenziali”. (ANSAmed).

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -