Grecia, Tusk a Ankara: riportare i finti profughi in Turchia

 

immigr-clandestiniBRUXELLES, 3 MAR – Turchia e Ue “concordano che il flusso di rifugiati resta ancora troppo alto e che ulteriori azioni sono necessarie” e per ridurli il modo migliore è scoraggiare le partenze organizzando un sistematico ritorno dei migranti irregolari in Turchia dalla Grecia. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo ad Ankara dopo l’incontro con il premier turco Ahmet Davutoglu, ulteriore tappa del suo viaggio nelle capitali della rotta balcanica in preparazione del vertice straordinario di lunedì prossimo.

“Sta alla Turchia decidere come meglio ottenere la riduzione dei flussi” ha affermato Tusk, aggiungendo che però “per molti in Europa il metodo più promettente sembra essere quello di un meccanismo rapido e su vasta scala per rimandare indietro in Turchia i migranti irregolari che arrivano in Grecia”.

“Questo – ha aggiunto – spezzerebbe efficacemente il business model del trafficanti”. Secondo Tusk durante l’incontro è stata anche “sottolineata l’importanza di raggiungere una soluzione complessiva del problema di Cipro”. (ANSAmed).

Non sono profughi

profughi-dati

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Grecia, Tusk a Ankara: riportare i finti profughi in Turchia”

  1. Parole al vento.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -