Kebab e sushi wok: pessime condizioni igieniche, chiusi 5 ristoranti etnici

 

PESCARA, 2 MAR – Cucine in pessime condizioni igienico-sanitarie, procedure di autocontrollo aziendale inosservate o mai predisposte, utilizzo di alimenti carenti di informazioni sulla rintracciabilità: è quanto hanno riscontrato i Carabinieri del Nas di Pescara in una serie di ispezioni in ristoranti etnici, fast food che preparano kebab e sushi wok di tutto l’Abruzzo.

Il bilancio è di cinque attività sospese – due nel Chietino, una nel Pescarese, una nell’Aquilano e una nel Teramano -, 650 chilogrammi di alimenti sequestrati, per un valore commerciale di 40mila euro, 27 infrazioni accertate e sanzioni per 35mila euro. Gli accertamenti del Nas sono avvenuti con l’intervento del personale del Dipartimento di prevenzione delle Asl. (ANSA)

Nello specifico, i militari del Nas hanno chiuso 5 ristoranti perche’ trovati in precarie condizioni igienico sanitarie: locali utilizzati per la preparazione di alimenti fatiscenti, pavimenti con residui di lavorazione e unto non rimossi da tempo, cappe aspira odori intasate da grassi solidificati, attrezzature attinte da muffa e ruggine, presenze di ragnatele. Inoltre sono stati sequestrati e distrutti 650 chilogrammi di alimenti (prodotti ittici, vegetali e carnei) perche’ privi di informazioni utili a ricostruirne la tracciabilita’. Il valore commerciale della merce sequestrata e’ di circa 40 mila euro, mentre quello dei locali sottoposti a chiusura ammonta a circa 4 milioni di euro. I titolari dei ristoranti sono stati deferiti alle competenti autorita’ sanitarie ed amministrative agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -