Liguria: musulmani cacciano l’imam perché troppo filo occidentale

 

islamiciALBENGA, 1 MAR – L’imam della comunità di Albenga, Abdejalil Elalami, è stato allontano dalla moschea del centro del savonese, la più grande della Liguria, perché un gruppo di musulmani influenti e tradizionalisti ha ritenuto avesse una mentalità troppo filo occidentale. Ora farà la guida spirituale a Verona.

“Il mio allontanamento è dovuto a divergenze di opinioni circa l’organizzazione della moschea”, dice Elalami. Il comprensorio di Albenga ospita circa 2000 musulmani: tre anni fa, sotto una amministrazione leghista, è stato inaugurato il centro islamico. “Un gruppo di fratelli” non avrebbe gradito il suo modo di gestire le faccende interne alla comunità islamica. Non si tratterebbe di divergenze religiose (la comunità islamica è compatta su una linea moderata), ma di intromissioni sgradite a chi sarebbe più abituato a prendere decisioni che a condividerle. “Nessuna lotta tra gruppi diversi nella moschea – ha detto Hamza Piccardo (Ucoii) -: Elalami si è trasferito nel veronese perché là vive parte della sua famiglia”.

La Regione Liguria vieta la macellazione halal, gli islamici: “Non si può farne a meno”

 



   

 

 

1 Commento per “Liguria: musulmani cacciano l’imam perché troppo filo occidentale”

  1. Islam moderato.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -