Obama spaccia i successi russi in Siria per suoi “Isis arretra”

 

Abbiamo fatto dei passi avanti in questi due mesi, grazie al contributo di tutti gli alleati. Il sedicente Stato islamico, invece perde pozzi di petrolio e città, arretra, si restringe sempre di più.

È questo il messaggio del presidente americano Barack Obama dopo il vertice con il Consiglio di sicurezza e il dipartimento di Stato.

“Sempre più persone – ha detto Obama – si rendono conto che l’Isil non è un califfato, è una rete criminale. ‘Una gang criminale che fsi spaccia per Stato’, l’ha definita un rifugiato siriano. ‘Si sono rivelati dei ladri’ ha affermato un altro.

“ISIS è l’esercito segreto degli Stati Uniti”

“Quindi – ha aggiunto l’inquilino della Casa Bianca – non stanno vincendo sui cuori e sulle menti e sono sotto pressione. Ma, come abbiamo affermato tutti insieme, l’unico modo per sconfiggere l’Isil in modo definitivo, è quello di porre fine al caos e alla guerra civile (????) che hanno travolto la Siria”.

Obama lo ribadisce poche ore prima dell’entrata in vigore del cessate il fuoco, negoziato da Stati Uniti e Russia con Bashar al Assad e l’opposizione moderata. Fuori, ovviamente, Al-Nusra e Isil. “I giorni successivi saranno cruciali” ha detto il presidente americano”. EURONEWS



   

 

 

1 Commento per “Obama spaccia i successi russi in Siria per suoi “Isis arretra””

  1. Questa volta la probabilità che i “colloqui di pace” a ginevra funzionino è maggiore.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -