La crisi colpisce anche le farmacie, boom di fallimenti e chiusure

 

Farmacie al collasso a Palermo. A denunciare il difficile momento del settore è Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo-Utifarma, spiegando che “oggi fare farmacia è diventato un’impresa non più sostenibile”.

farmacia

Secondo i dati forniti “nella provincia di Palermo, dove sono presenti 329 farmacie, una ha chiuso battenti e almeno altre 20 sono in grave difficoltà o in stato di pre-concordato fallimentare”. In Sicilia, su 1.440 titolari, 3 hanno dichiarato default nelle province di Siracusa e Caltanissetta e altri segnalano di accingersi a portare i libri in tribunale.

“In provincia di Palermo nel 2014 – spiega Tobia – la spesa farmaceutica netta a carico del Servizio sanitario nazionale è stata di 179 milioni di euro, con un’ulteriore riduzione del 13% rispetto al -8% registrato nel 2012 e nel 2013. Solo nel corso dello scorso anno abbiamo praticato sconti al Ssn per oltre 15 milioni di euro. Gli sconti, le trattenute e le spese di gestione e del personale hanno portato la redditività di ciascuna ricetta a un valore prossimo allo zero”.

Il concorso bandito dal governo Monti col pretesto di garantire nuova occupazione, grazie al quale in Sicilia saranno aperte 222 nuove farmacie – denunciano Federfarma Palermo-Utifarma -, in realtà indebolirà ulteriormente il sistema e avrà l’effetto opposto, ossia licenziamenti di personale negli esercizi già esistenti”. “Come se non bastasse, il Consiglio dei ministri del prossimo 20 febbraio – prosegue Federfarma – ha all’ordine del giorno un provvedimento che, aprendo il settore alla grande distribuzione e alle multinazionali e liberalizzando la vendita dei farmaci di fascia C, avrebbe come conseguenza la distruzione del sistema tradizionale che con ingenti sforzi garantisce h24 un servizio pubblico di altissima rilevanza sociale, nelle città come nei paesi interni e montani, nelle aree disagiate o in quelle scarsamente popolate. Sulla possibilità – conclude Roberto Tobia – di rendere sostenibile l’impresa farmacia chiameremo a raccolta la categoria il prossimo 7 marzo a Palermo, in un confronto operativo, favorito dalla presenza dei massimi esperti nazionali in materia”.

palermotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -