UE, Tusk avverte i britannici: “Una volta fuori nessuna marcia indietro”

 

Donald-TuskIn caso di voto a favore del Brexit non ci sarà nessuna marcia indietro. Da Bruxelles dove si è tenuto un acceso dibattito sull’esito del referendum del 23 giugno Donald Tusk ha voluto chiarire ogni dubbio: i cittadini britannici hanno sulle spalle una decisione importante. Una volta presa, però, non si potrà tornare indietro.

“Se la maggioranza vota per l’uscita dall’Unione, sarà per sempre E credo che gli effetti saranno molto pesanti” ha dichiarato il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Il lavoro difficile spetta ora alla parte dei conservatori che hanno scelto di seguire il Premier David Cameron nella campagna per la permanenza nell’Unione, ostacolata dalle divisioni interne al partito oltre che dalla foga degli euroscettici dell’Ukip. “Coloro i quali paragonano l’Unione europea all’Unione Sovietica credo siano profondamente irrispettosi dei popoli che per anni hanno vissuto sotto un regime comunista, perché a differenza dell’Unione sovietica ogni stato è libero di uscire dall’Unione europea” ha dichiarato l’eurodepudato dei tories Ashley Fox.

La campagna per il referendum, però, riporta in auge i temi cari a Nigel Faragee. “E’ sicuramente sicuro restare in un’organizzazione nella quale stando alle parole del capo della polizia si troverebbero al momento dai 3 mila ai 5 mila terroristi, giunti nei nostri confini attraverso l’ondata migratoria. Non è meglio autogestire i nostri confini e la nostra democrazia?”.

A cinque mesi dal referendum la campagna politica è già iniziata. Da tema nazionale la Brexit è diventata già un caso europeo, con gli euroscettici del continente pronti a cavalcare l’onda del ritorno alla sovranità nazionale.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -