Roma, beccato un dirigente pubblico con 1063 multe non pagate

 

Continua il lavoro del nucleo Investigativo della Polizia Locale dedito a scovare trasgressori impuniti che hanno a loro carico numerosi verbali non pagati: verifiche sulle banche dati, controlli incrociati e acume investigativo, questa la ricetta per ricostruire le storie dei conducenti che cercano di evitare multe e muoversi in città senza limitazioni di ZTL, divieti e isole pedonali. I sistemi escogitati sono numerosi: molti confidano sulla immunità alle notifiche e sulla convinzione della inesistenza di controlli, che invece sono ben attivi, con decine di fascicoli in esame da parte dei Vigili investigatori.

Interessante un caso di un dirigente pubblico, che nel 2015 ha accumulato ben 1063 multe, con 768 passaggi nei varchi ZTL: aggiungendo altri passaggi con altri sistemi, i rilevamenti elettronici sono diventati 912, per un totale di 66.000 euro di verbali non pagati. L’uomo, romano di 66 anni, in un anno aveva collezionato le multe con 3 diverse auto, tra cui una Jaguar intestata alla madre, deceduta sei anni fa, una Tuareg e una Smart ambedue intestate alla ex moglie, anch’essa deceduta tre anni fa.

Nonostante la complessità dei suoi movimenti e delle sue residenze, tra cui quella della sua giovane nuova moglie, i vigili sono riusciti, grazie anche ad appostamenti, a risalire all’uomo, convocandolo la settimana scorsa presso il Comando Generale. Negli uffici, sicuro dei suoi “sistemi”, il 66enne, ignaro che gli agenti fossero a completa conoscenza della sua storia e dei suoi movimenti, ha negato le evidenze con un atteggiamento di sfida e spavalderia ma, messo alle strette e cadendo in contraddizione sulle evidenze raccolte, ha alla fine ammesso tutto. I vigili, oltre ad aver sequestrato le Carte di Circolazione di tutti i veicoli, gli hanno notificato tutti i verbali non pagati, denunciandolo all’Autorità Giudiziaria per i reati di false dichiarazioni e truffa. ASKANEWS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -