Svezia: presunti profughi ospitati su una nave da crociera di lusso

 

Una nave da crociera che in passato è stata la più grande del mondo accoglierà i “profughi” in attesa di essere destinati a un alloggio definitivo. La “Ocean Gala” quando ancora si chiamava “Island Escape”: ora ospiterà i migranti

NAVE-PROFUGHI-SVEZIA

È questa la singolare soluzione escogitata dalle autorità svedesi alle prese con l’emergenza immigrazione che ha travolto la Scandinavia nonostante le recenti misure introdotte per regolare il flusso degli ingressi. La nave verrà utilizzata come alloggio temporaneo vista la scarsità di soluzioni abitative appropriate. Come riporta il tabloid svedese Aftonbladet, la nave da crociera di lusso “Ocean Gala” si prepara a trasformarsi in un centro d’accoglienza galleggiante, da ormeggiarsi ad Harnosand, sulla costa nordorientale della Svezia.

La nave è stata affittata dall’agenzia statunitense Us Shipmanagers, che è riuscita ad ottenere un accordo con le autorità di Stoccolma. Si pensa che a regime lo yatch – che misura oltre duecento metri di lunghezza – possa riuscire ad alloggiare fino a circa 1800 immigrati. In passato la “Ocean Gala”, varata nel 1982, ha navigato con il nome di “MS Scandinavia” incrociando fra New York e le Bahamas e quindi tra le isole Canarie e il Mar Mediterraneo.

Nel 2015 più di centosessantamila persone hanno richiesto asilo politico in Svezia mentre altre centomila persone sono attese quest’anno.  IL GIORNALE



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -