Modena: Terremotati nei container al freddo e senza luce

 

A distanza di quattro anni dal terremoto che ha squarciato le campagne tra Modena e Ferrara ci sono ancora 627 sfollati che vivono nei container . Li chiamano map, moduli abitativi provvisori, e in ognuno di loro – 193 in tutto – vive il ventre molle di un terremoto che fuori dai confini emiliani sembra già ampiamente risolto.

terremotati-modena

La realtà è diversa. I centri storici sono ancora imbrigliati nelle impalcature e chi era precario prima del sisma non trova lavoro e non riesce a pagare le bollette: problema, quest’ultimo, amplificato nei prefabbricati che funzionano solo a corrente elettrica e non sono coibentati. I consumi sono alti ma Enel le ha provate tutte, proponendo pagamenti rateizzati, fino ad accumulare un debito non più sostenibile: 350mila euro di bollette non pagate da parte di chi vive ancora nei map e 800mila euro lasciati da chi se ne è andato.
Enel ha detto stop e a una novantina di famiglie nei map sta staccando la corrente. Per 20 di loro ha iniziato un mese fa a ridurre gradualmente la potenza dei chilowatt e tra ieri e oggi ha staccato del tutto. Per altri 65 il distacco si completerà entro fine mese. Qualcuno si è fatto prestare un generatore, qualcun’altro una stufa a gas, ma molti rimarranno senza luce e riscaldamento. A Novi di Modena, dove 170 sfollati vivono nei container, si sta diffondendo il panico.

«Prima del terremoto facevo l’ambulante, vendevo dolciumi nelle fiere – racconta Lorena Bonfatti – poi sono rimasta senza lavoro e casa mia è ancora distrutta, la stanno ristrutturando. Non ho mai pagato una bolletta di Enel perchè sono rimasta disoccupata e non sapevo come fare. Ormai il mio debito è arrivato a 6mila euro».(…)

Leggi tutto su ilrestodelcarlino



   

 

 

1 Commento per “Modena: Terremotati nei container al freddo e senza luce”

  1. E mica sono clandestini o rom!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -