Terni: 51enne in coma per meningite

 

TERNI, 17 FEB – Un paziente di 51 anni è stato ricoverato in coma all’ospedale di Terni per una meningite da Streptococcus pneumoniae (Pneumococco). Attualmente si trova in rianimazione con riserva di prognosi, in condizioni definite critiche ma stazionarie.

Per non destare allarmismo tra i cittadini, l’Azienda ospedaliera di Terni ha precisato che “le infezioni da Pneumococco, come quella del paziente ricoverato, a differenza da quelle più gravi da Neisseria Meningitidis (Meningococco), hanno carattere sporadico e non è indicata la profilassi antibiotica per chi sia stato in contatto con il caso poiché non si verificano focolai epidemici”. (ANSA)

Toscana: epidemia di meningite, l’immigrazione c’entra e la Regione dice bugie tgregione.it >>>>>

È infatti sufficiente accedere a una nota ufficiale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) del 28 luglio 2015 – sostiene l’esponente di Sovranità Pisa a San Miniato, Francesco Meneguzzo – per leggere che ‘la meningite tende a colpire l’Africa in modo ciclico. Casi di meningite C sono stati in aumento dal 2013, dapprima in Nigeria nel 2013 e 2014, quindi in Niger nel 2015. Dobbiamo essere pronti per un numero molto maggiore di casi durante la stagione della meningite del 2016’, e a dichiararlo non è uno qualsiasi ma il Dott. William Perea, coordinatore dell’unità per il controllo delle malattie epidemiche all’OMS stessa”.

Ancora secondo la stessa nota, – prosegue Meneguzzo – ‘mentre progressi sostanziali sono stati compiuti negli anni recenti per proteggere l’Africa da molti sotto-tipi di meningite con, per esempio, l’introduzione del vaccino MenAfrVac contro la meningite A nel 2010, molto lavoro è necessario per proteggere la cintura africana della meningite dalle epidemie di meningite C’. Si tratta quindi di una emergenza continentale, altro che assenza di meningococco C! ”.

“Nella stessa nota dell’OMS, infine, rincara la dose la dottoressa Myriam Henkens, coordinatore medico internazionale di dell’organizzazione Medici senza frontiere (MSF), – conclude l’esponente di Sovranità –: ‘Soltanto nei primi sei mesi del 2015, ci sono stati 12mila casi di meningite C in Niger e in Nigeria, con 800 morti. Allo stesso tempo, si è verificata una carenza critica di vaccini’. Quindi il ceppo C esiste eccome in Africa, è endemico e in crescita. Così come la citata carenza di dosi vaccinali è la stessa che i Toscani conoscono bene in questi giorni. Ripetiamo infine: occorre nell’immediato proteggere le popolazioni locali reperendo subito le dosi di vaccino necessarie, ma altrettanto presto agire sulle cause e rispedire ai paesi di origine gli immigrati provenienti dalle zone a rischio. Così come la sinistra e lo stesso governatore Enrico Rossi, che hanno promosso l’invasione e creato questa situazione, ora devono risolverla o andarsene, perché a questo punto riteniamo che di certezza scientifica ce ne sia anche troppa”.


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal


 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -