Il Financial Times “licenzia” Renzi dando la colpa alla sfortuna

 

16 feb.  – “La fortuna ha abbandonato Renzi, che si ritrova ad affrontare problemi sempre più grossi a casa e all’estero”: con questo titolo il Financial Times propone oggi un’analisi del quadro in cui si ritrova ad agire il presidente del Consiglio, dopo due anni di governo, accompagnati sino a tempi recenti, secondo il quotidiano internazionale, da una buona stella su vari fronti. Ora non più.

Per il Financial Times, il giovane premier arrivato a Palazzo Chigi nel 2014 ha dato “stabilità politica e credibilità internazionale a un Paese abituato ad avere governi deboli. Ma di fronte a crescenti avversità, ora appare un politico più convenzionale e sulla difensiva, a rischio di una sconfitta in patria e di crescente isolamento internazionale“.

Il quotidiano finanziario fa la lista: i nuovi dati Istat sulla crescita sollevano il timore di un nuovo rallentamento dell’economia italiana mentre le turbolenze dei mercati hanno colpito seriamente l’Italia, poi c’è “il dilemma su come contrastare la crescente minaccia dell’Isis” , ci sono i problemi nei rapporti con l’Egitto “dopo il duro lavoro di Renzi per coltivare una relazione commerciale e strategica”.

Secondo il Ft, “se i dati economici continuano a deludere, potrebbe essere a rischio la tenuta del Partito democratico alle municipali di giugno” e potrebbero seguire problemi con il referendum sulle riforme costituzionali in agenda in autunno.”Renzi non ammetterebbe mai di essere sotto assedio, ma il suo istinto di sopravvivenza è già scattato”, argomenta il giornale internazionale, citando i toni più duri nei confronti di Bruxelles e Berlino, che sembrano dare risultati in patria, con un aumento dei consensi per il Pd. Per questo “probabilmente continuerà su questa linea, se non opterà per un’ulteriore escalation verbale”. Ma per il Ft la tattica può pagare in casa, non a Bruxelles: “uno scontro totale potrebbe arrivare in primavera”.  (askanews)


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal


 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -