Terrorismo: armi e munizioni, tre fermati al confine Grecia-Turchia

 

terrorismo-controlliArresti per terrorismo sulla frontiera greco-turca. Tre uomini sono mentre tentavano di attraversare con armi da fuoco e munizioni. L’arresto è avvenuto nel nord-est della Grecia, nella provincia di Evros.

A rendere nota la notizia è il quotidiano Ekathimerini. I tre uomini bloccati sarebbero cittadini britannici. Uno di origine curdo-irachene è stato fermato al valico di Kipi. Con se portava quattro armi e 200mila proiettili. Gli altri due arresti sono stati effettuati al porto di Alexandropolism, mentre trasportavano 18 armi da fuoco e 20mila proiettili.

Nella stessa provincia il 31 gennaio erano stati fermati due uomini con passaporto svedere e “materiale da combattimento”. Uno era un bosniaco, identificato come Mirsad Bektasevic; l’altro invece era yemenita. Entrambi erano arrivati in Grecia dalla Svezia in aereo. Il loro tragitto sarebbe poi proseguito su un autobus per la Turchia. Entrambi sono stati incriminati per terrorismo. il giornale



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -