Presidente della Finlandia: “i rifugiati minacciano i valori su cui e’ fondata l’Europa”

 

“L’arrivo dei rifugiati minaccia i valori su cui e’ fondata l’Europa”. Questa frase potrebbe averla detta uno dei tanti “xenofobi” cosi’ tanto odiati dalla Boldrini e da Renzi e invece non e’ cosi, visto che a fare questa affermazione e’ nientemeno che Sauli Niinisto, presidente della Finlandia.

FINLANDIA-Sauli-Niinisto

Nel suo discorso di apertura fatto al parlamento finlandese, il presidente Niinisto ha espresso preoccupazione per il fatto che “valori che abbiamo dato per scontato da molto tempo adesso sono in discussione e questo e’ dovuto all’enorme afflusso di immigrati che sta creando problemi in Europa” testuali parole..

Niinisto ha poi aggiunto che “l’immigrazione e’ un grosso problema e che dobbiamo difendere i valori su cui e’ fondata l’Europa a tutti i costi”.

Il presidente della Finlandia ha sottolineato come siano pochi coloro che realmente fuggono da guerre e che la stragrande maggioranza sono migranti in cerca di fortuna che non corrono nessun pericolo e ha anche dichiarato che la convezione sui rifugiati sottoscritta nel 1951 e’ oramai superata e completamente inadatta ad affrontare la situazione attuale.

Niinisto ha poi concluso dicendo che per proteggere i valori su cui si fonda l’Europa e’ importante adottare provvedimenti piu’ stringenti riguardo a immigrazione e richieste di asilo.

Da parte sua, il ministero dell’Interno finlandese ha fatto sapere che il Paese prevede di espellere almeno 20mila migranti che hanno chiesto asilo nel 2015 senza averne alcun diritto, non trattandosi di rifugiati in fuga da guerre o da calamità naturali.

Una percentuale, facendo i dovuti calcoli, non molto diversa da quella degli anni precedenti (il 62% del totale contro il 56% del 2014), che corrisponde però a un numero assoluto molto più elevato visto il flusso registrato l’anno scorso. E a differenza di quanto accade in Italia, dove il governo Renzi non solo non espelle nessun “migrante economico” ma al contrario li va addirittura a prelevare a centinaia di miglia marine dall’Italia a ridosso delle coste della Libia, in Finlandia quando il governo decide le espulsioni, le espulsioni avvengono e sono immediate.

Ad ogni modo, fino a pochi mesi fa sarebbe stato impensabile che un capo di stato potesse fare dichiarazioni di questo genere e questo prova che la politica migratoria voluta dalla UE sta facendo danni cosi’ enormi che e’ impossibile ignorarli e questa opposizione non puo’ che crescere.

Purtroppo gli unici a non volerlo capire sono i membri della nostra classe politica al potere i quali si ostinano a dire che l’immigrazione e’ una ricchezza e che chi si oppone e’ razzista, ma queste dichiarazione provano che le cose non stanno cosi’ e non e’ un caso che questa notizia sia stata censurata dai giornali di regime.

Noi ovviamente non ci stiamo e continueremo a riportare queste notizie al fine di informare il popolo italiano.

GIUSEPPE DE SANTIS – Londra  – IL NORD


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal



 



   

 

 

2 Commenti per “Presidente della Finlandia: “i rifugiati minacciano i valori su cui e’ fondata l’Europa””

  1. Bravissimo De Santis!Infatti in Italia NESSUN tg o altro media ha dato la notizia;la verità viene sistematicamente censurata!

  2. PER FORZA; OGNUNO VUOLE FARE IL PROPRIO COMODO. COME SE I FATTI CRIMINALI COMMESSI IN PARTE DA LORO SIANO GARDENIE.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -