Ferrara: minacce di morte ad attivista della Lega, “clima innescato dal Pd”

 

‘Lodi a morte’. E’ la scritta comparsa questa mattina sulla porta a vetri di accesso all’abitazione di Nicola Lodi, responsabile sicurezza della Lega di Ferrara, che ha condotto battaglie contro le occupazioni, per lo sgombero del Palaspecchi e contro il degrado. Dei fatti è stata informata la Digos, giunta stamane sul posto. Lodi ha, quindi, sporto denuncia contro ignoti.

minacce-lega

“Un gesto vile e deplorevole che dice di un clima da emergenza democratica e rimanda a un’epoca che avremmo voluto dimenticare” commenta il capogruppo leghista della Regione Emilia Romagna e segretario della Lega Nord Ferrara Alan Fabbri, manifestando la sua “solidarietà e vicinanza” a Lodi. “Certo non aiuta – sostiene Fabbri – il clima che il Pd ha innescato. Un Pd che non sa accettare critiche, preferisce le querele alle risposte e non manca occasione per squalificare la dialettica politica gettandola sul personale”.

“Non aiuta neanche la condotta di personaggi legati ad associazioni come Viale K che, – aggiunge il capogruppo – invece di rispondere agli obiettivi che si sono dati, preferiscono fare politica, mostrandosi per quello che sono: nei fatti, organi di partito”. “Le minacce e i tentativi di intimidazione – conclude Fabbri – non fermeranno le nostre battaglie ma, al contrario, ci danno nuova forza per essere sempre più incisivi nelle nostre denunce”. ADNKRONOS


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal



 



   

 

 

1 Commento per “Ferrara: minacce di morte ad attivista della Lega, “clima innescato dal Pd””

  1. Tipico avvertimento paramafioso.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -