Berlino: antifascisti mascherati sfasciano vetrine e bruciano 40 auto

 

Decine di finestre di case e di negozi, tra cui una banca, sono state frantumate e più di 40 veicoli sono stati bruciati o rotti in vari quartieri di Berlino, Sabato e Domenica, dopo che un gruppo di manifestanti sconosciuti ha messo in scena una dimostrazione.

Un gruppo di manifestanti mascherati, secondo quanto riferito membri di gruppi Antifascisti, hanno fracassato le porte  e le finestre delle case del nuovo quartiere  al Gleisdreieck parco prima di incendiare un certo numero di auto parcheggiate.

Domenica un altro gruppo di attivisti ha lanciato pietre contro le finestre del “quartiere Office” a Reuterplatz. Un attacco simile ha avuto luogo presso la sede di Commerzbank in Schlossstrasse locanda Steglitz. Altri veicoli sono stati anche completamente bruciati a Gesundbrunnen e Charlottenburg.
Secondo la polizia, circa 4.000 attivisti di sinistra ei loro sostenitori hanno marciato attraverso il quartiere di Friedrichshain sotto i soliti slogan vuoti  “Difendi strutture ribelli, creare quartieri di solidarietà.”


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!
IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal
 



 



   

 

 

1 Commento per “Berlino: antifascisti mascherati sfasciano vetrine e bruciano 40 auto”

  1. Chi sfascia le vetrine di un negozio, dove lavorano delle persone, brucia le automobili di chi ,magari, ha risparmiato una vita per potersele permettere,non è un rivoluzionario, è una TESTA DI CAZZO !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -