Migranti, Renzi: “Questi nostri fratelli scappano da guerre, non vengono in viaggio premio

 

“Questi nostri fratelli e sorelle scappano da guerre, non vengono in viaggio premio. Scappano da guerre che abbiamo fatto o non abbiamo contribuito a bloccare”.

Lo dice il premier Matteo Renzi, intervenendo alla scuola di formazione del Pd e soffermandosi a lungo sul braccio di ferro con l’Europa sull’emergenza migranti. In Europa, ha raccontato il premier ai giovani presenti, ha rivendicato che “non è l’Italia che vi chiede una mano, ma è l’Italia che ve la offre”.

Ovviamente Renzi mente. In Italia, “i fratelli e sorelle che scappano dalle guerre” sono quasi tutti maschi in età militare che lasciano a casa donne, vecchi e bambini. Sono disertori.

Troppi uomini, soli e arrabbiati, bussano alla porta dell’Europa? La domanda si rincorre da giorni, dopo il caso Colonia. Scemata l’indignazione del momento, ora tocca ai ricercatori analizzare statistiche e precedenti, e i primi risultati sono allarmanti: l’Europa del futuro rischia di essere troppo «maschile» e di soffrire così, inevitabilmente, un brusco aumento del tasso di criminalità. Un pericolo non necessariamente dovuto alla fede dei profughi ma allo squilibrio di genere: il 73% degli 1,2 milioni di richiedenti asilo in Europa, secondo gli ultimi dati disponibili, pubblicati dall’Economist, sono maschi contro il 66% del 2012. E l’Italia guida la lista, con il 90% di richiedenti asilo uomini.

“Noi siamo un grande paese di cui ha bisogno l’Europa. L’Europa è totalmente prigioniera della paura. Se 25 anni fa ci avessero detto che l’Europra diventava il luogo dei muri ricostruiti li avremmo preso per matti, ma sta andando così”. Lo dice Matteo Renzi intervenendo alla scuola di formazione politica del Pd, esortando i ragazzi presenti a “mettersi in gioco ed avere coraggio e curiosità”.

immigrazione

 



   

 

 

2 Commenti per “Migranti, Renzi: “Questi nostri fratelli scappano da guerre, non vengono in viaggio premio”

  1. Renzi, dopo che sara’ finito questo pazzesco periodo di malgoverno, dovra’ rispondere al popolo Italiano della catastrofe che sta’ provocando. Ormai il paese in mano ad incompetenti, inesperti, rancorosi, pieni della propria ignoranza e adulacióne, stanno distruggendo tutte le istituzioni serie del paese portandolo nel caos assoluto, istigati dalla superbia, arroganza, furbizia primitiva e completa irresponsabilita’ delle sue azioni, provocate da un irregrenabile desiderio di potere assoluto ed incontrollato di una mente malata. Mi appello ad i pochi politici seri e coscienti ancora rimasti, di trovare rapidamente una soluzione a questa calamita’ nella quale siamo lncautamente caduti.

  2. Contro ogni evidenza,l’ideologia trasforma un’invasione in”accoglienza umanitaria”!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -