Usa 2016: Murdoch vuole liberarsi della Clinton e lancia l’ipotesi Kerry

murdoch-CLINTON

NEW YORK, 6 FEB – Nuova incursione del magnate dei media Rupert Murdoch nella campagna elettorale americana. Stavolta per ipotizzare una discesa in campo ‘last minute’ del segretario di stato John Kerry. Una scelta che a suo parere potrebbero fare i democratici di fronte alle crescenti difficoltà incontrate da Hillary Clinton.

“Guardate la candidatura di Hillary che sta sempre piu’ affondando”, scrive Murdoch su Twitter. “Nessuno abbocca molti più problemi stanno arrivando dalle email. I democratici – aggiunge l’imprenditore – stanno guardandosi attorno per un rimpiazzo. John Kerry?”. Murdoch, che in passato si era schierato con la Clinton, ultimamente aveva appoggiato l’ipotesi di una discesa in campo di Michael Bloomberg come indipendente. Auspicata per contrastare l’ascesa di Donald Trump, sempre più in conflitto, tra l’altro, con Fox News di cui Murdoch è proprietario. ANSA

———————————–

(askanews) I risultati dei caucus del partito democratico dell’Iowa, che tanto hanno fatto aspettare penare Hillary Clinton e Bernie Sanders, potrebbero cambiare, dato che è in corso una revisione perchè sono stati riscontrati errori nel conteggio delle preferenze. Lo scrive il quotidiano della stato del Midwest, il DesMoines Register, dopo la vittoria per un soffio dell’ex first lady sullo sfidante socialista nei caucus di martedì per la nomination democratica alle elezioni presidenziali Usa di novembre. “Sia la campagna di Sanders sia quella di Clinton ci hanno segnalato un piccolo numero preoccupazioni e le stiamo verificando caso per caso” ha detto il portavoce del partito democratico dello Iowa Sam Lau.


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!
IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal
 



 



   

 

 

1 Commento per “Usa 2016: Murdoch vuole liberarsi della Clinton e lancia l’ipotesi Kerry”

  1. in america c’e democrazia….peccato che i loro futuri presidente venghino sempre finanziati da magnati ultra miliardari,pero putin è lo zar per occidente.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -