Nervi: azienda tedesca smonta gli impianti di notte, dipendenti licenziati

 

kavo-promedi-genova

genova24.it

Genova – Sono arrivati all’alba con i tir e protetti da guardie armate hanno portato via gli impianti, in particolare gli stampi dei seggiolini per dentisti, core business della Kavo Promedi, azienda tedesca controllata dal gruppo Usa Dahaner, che ha la sua sede genovese in via del Commercio a Nervi.

“E’ stato un lavoratore stamani a lanciare l’allarme dopo aver visto i tir”, spiega il segretario della Fiom Bruno Manganaro.Gli operai, stamani, dopo minuti di tensione con le guardie, hanno avvertito la polizia che ha identificato gli uomini incaricati del trasloco dei macchinari – una ditta polacca – che avevano mandato da parte dell’azienda. Gli operai hanno continuato a presidiare il cancello dell’azienda.

Alla Kavo Promedi di Nervi lavorano 16 operai e altri 6 a tempo determinato. “Giovedì un nostro funzionario – spiega Manganaro – aveva avuto un incontro con l’amministratore dell’azienda e nessun accenno è stato fatto a quanto sarebbe accaduto. L’azienda non è in crisi, tanto che aveva assunto 6 persone per poter affrontare le commesse”. Nel pomeriggio alla Kavo sono arrivati sia l’assessore comunale allo sviluppo economico Emanuele Piazza che il collega della Regione Liguria Edoardo Rixi. A quanto pare le lettere di licenziamento sarebbero arrivate ai dipendenti nella giornata di lunedì.

Fonte genova.repubblica



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -