Maserati, produzione a picco: cassa integrazione per oltre 300 lavoratori

 

maseratiFiom lancia l’allarme per il futuro produttivo dello stabilimento Maserati di Modena. Il 5 febbraio parte la cassa integrazione per metà dei 600 addetti: 250 operati e 55 impiegati coinvolti, quattro giorni a febbraio e poi le modalità saranno concordate di mese in mese tra sindacati e azienda.

Difficile la situazione in cui versano gli stabilimenti modenesi e, visto il preoccupante calo della produzione, dense nubi si addensano sulle immediate prospettive. Come scrive il RestodelCarlino, la Cgil ha allertato parlamentari, esponenti regionali e sindaci per un incontro presso il salone Corassori

Il segretario Fiom, Cesare Pizzolla dice che «sono davvero tante le preoccupazioni che ruotano intorno a Maserati: per il calo della produzione a Modena dove si è passati dalle 19 auto al giorno del 2014 alla decina di oggi, per l’apertura della cassa integrazione, per il massiccio utilizzo della cassa integrazione in Cnh, oltre ai timori per l’indebitamento di Ferrari finalizzato al finanziamento di Fca».

Maserati ha registrato un brusco calo delle vendite a livello nazionale, passate in dodici mesi da 36.448 a 32.474 unità (-11%). A pesare fortemente sui bilanci il calo delle richieste dagli Usa (-9,6%) e dalla Cina. In decisa flessione anche i ricavi (-13%), che sono attestati sui 2,4 miliardi di euro.

Non buone nemmeno le notizie da casa Alfa Romeo, che a Modena produce i vecchi modelli Gran Turismo e Gran Cabrio, e assembla l’Alfa 4C: il più volte annunciato ‘piano di rinascita’ è stato fatto slittare al 2020.



   

 

 

2 Commenti per “Maserati, produzione a picco: cassa integrazione per oltre 300 lavoratori”

  1. gil upnatistim

    Eheheheh capisco che sia ancora in coda… il mio commento non vi garba. Così pero’ non vale: mi spiace.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -