UE: per salvare Schengen espellere i finti profughi

Gli eurodeputati chiedono una politica migratoria piu’ rigorosa per salvare la zona Schengen a rischio. La questione è stata discussa questo martedi’ a Strasburgo. A pochi chilometri di distanza dal Parlamento ci sono già i controlli alle frontiere sul Ponte dell’Europa tra la Germania e la Francia.

https://youtu.be/ehSquu1aokI

Sandor Sziros, euronews:
“Se si arriva dalla Germania a Strasburgo, ci si puo’ aspettare che in questo luogo simbolico chiamato il ponte dell’Europa, la polizia chieda di controllare la macchina. Molte cittadini temono che l’epoca in cui si viaggiava liberamente all’interno dell’Unione finisca ben presto”.

Secondo Kati Piri, deputata olandese di centro sinistra, l’Unione Europea dovrebbe espellere i migranti economici per convincere l’opinione pubblica ad accogliere i profughi provenienti da zone di guerra.

“Possiamo solo mantenere questo sostegno ai rifugiati- dice- se coloro che non sono rifugiati, ma migranti in cerca di lavoro, vengono rinviati al loro paese. Abbiamo bisogno di avere una politica migratoria più severa per poter ancora accogliere rifugiati in cerca d’asilo in Europa”.

Rebecca Harms, capogruppo dei verdi al Parlamento europeo, ha ribadito la necessità di uno sforzo comune nell’assicurare la protezione dei confini esterni dell’Unione, difronte al costante flusso di migranti

“Abbiamo bisogno di gestire le frontiere esterne; questo è l’accordo che dovrebbe essere sviluppato come responsabilità comune. Saremo in grado di chiudere le nostre frontiere esterne? e vogliamo veramente chiudere le nostre frontiere esterne? Direi di no”

EURONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -