Bologna: blitz dei centri a-sociali contro il Consolato austriaco

 

BOLOGNA, 28 GEN – Blitz dei collettivi Labas e Tpo nel pomeriggio al Consolato austriaco di Bologna in via Ugo Bassi 13, pieno centro. La protesta riguarda la decisione dell’Austria di reintrodurre i controlli alle frontiere.

Intorno alle 14, una decina di attivisti ha coperto con una bomboletta spray la targa esterna alla sede e scritto ‘No Borders‘ sul muro sovrastante. All’ingresso è stata messa una rete con del filo spinato ed è stato esposto uno striscione con la scritta: “La nostra Europa non ha confini – #Open Borders!”. E’ intervenuta la polizia. ansa



   

 

 

2 Commenti per “Bologna: blitz dei centri a-sociali contro il Consolato austriaco”

  1. Questi ignoranti dei centri asociali non sanno che il cancelliere che difende i confini dell’ Austria è un socialdemocratico ( Werner Faymann ), con ha la sola colpa di non essere immigrazionista come loro.

  2. Questi ignoranti dei centri asociali non sanno che il cancelliere che difende i confini dell’ Austria è un socialdemocratico ( Werner Faymann ), che ha la sola colpa di non essere immigrazionista come loro.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -