L’Unicef chiede 2,8 miliardi di dollari “per i bambini in emergenza”

 

dollariL’Unicef ha lanciato oggi un appello fondi di 2,8 miliardi di dollari per finanziare gli aiuti a 43 milioni di bambini in situazioni di emergenza, nell’ambito dell’appello per assistere un totale di 76 milioni di persone in 63 Paesi nel 2016. Per la prima volta – precisa un comunicato dell’agenzia umanitaria – il 25% dei fondi è destinato all’istruzione.

L’istruzione è una misura salva-vita, dopo cinque anni senza scuola possiamo parlare di una generazione persa, ha detto Sikander Khan, direttore dell’Ufficio Unicef a Ginevra per i programmi di emergenza. Nel mondo circa un bambino su nove vive in una zona di conflitto, deplora l’agenzia umanitaria.

L’Unicef intende aumentare il numero di bambini in situazioni di crisi con accesso all’istruzione dai 4,9 milioni all’inizio dell’anno scorso a 8,2 milioni nel 2016. Piu’ della metà di loro – 5 milioni – saranno bambini siriani nel Paese o nei Paesi vicini. L’appello include tra gli altri anche i settori acqua e igiene, nutrizione, protezione e salute. ANSAMED



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -