Bologna: Italiani armati di mazze contro i pusher, il blitz dei ”giustizieri”

 

«Sono sceso dalla macchina e un ragazzo chiaramente italiano e con il volto coperto mi ha detto di stare fermo e non immischiarmi. A quel punto ho visto sette-otto persone, con giubbotti scuri, cappelli e sciarpe alzate sul viso, correre verso una gruppo di spacciatori e prenderli a botte con dei manganelli». Il racconto di Francesco Nadalini, del Comitato azione Bolognina è riportato dal Resto del Carlino

rissa«In questa strada praticamente ogni sera ci sono liti – spiega Nadalini –. Raid punitivi del genere, con manganelli e spray al peperoncino, dove vengono puntati gli spacciatori, non ne ho mai visti. È stata sicuramente un’azione punitiva». Altri raccontano di sette-otto ragazzi vestiti con giubbotti, sciarpe e cappelli a copertura del volto, correre in via Franco Bolognese verso via Fioravanti a caccia degli spacciatori. «Erano tutti bianchi, italiani, avevano i tirapugni e le mazze – confida un pusher africano che era presente –. Alcuni di noi sono stati accecati con lo spray negli occhi e poi presi a botte. Un senegalese di cinquant’anni è stato buttato a terra e picchiato».

L’aggressione è durata pochi minuti, ma dopo nessuno ha chiamato ambulanze, polizia o carabinieri. Quel che è certo è il deserto che si è creato in strada dopo il raid punitivo degli ignoti aggressori senza volto, e anche dopo ore non si è visto più nessuno spacciatore in giro.

Il procuratore aggiunto Valter Giovannini ha aperto un fascicolo per lesioni e percosse: “Gli spacciatori sotto casa esasperano e creano risentimento, ma non è tollerabile la giustizia fai da te.



   

 

 

4 Commenti per “Bologna: Italiani armati di mazze contro i pusher, il blitz dei ”giustizieri””

  1. “Non è tollerabile la giustizia fai te”;forse è meglio NESSUNA giustizia?

  2. E’ PERFETTAMENTE NEL GIUSTO IL PM.= MI AUGURO CHE INDAGHI COME MAI SIAMO GIUNTI A QUESTO DEGRADO MURALE E DI CHI SONO LE RESPONSABILITà.!

  3. una Giusta Punizione da Donare a Piene mani tutte le notti a questi Delinquenti di Stato Voluti dal Governo del Pupazzo Toscano

  4. Se ci fosse la giustizia e parlo dei giudici e dei pubblici ministeri,che grazie alle amicizie in sinistra li lasciano liberi. Polizia e carabinieri fanmo il possibile, ma grazie a questi …. signori sono liberi e fanno quello che vogliono. Se le leggi non sono uguali per tutti, non lamentatevi se poi la gente comincia a farsi giustizia da solo. L’Italia è un controsenso, invece di mettere in galera gli spacciatori, si cerca di mettere in galera chi li ha menati, difendendo il proprio territorio e le proprie case. Assurdo!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -