Moldavia: il governo imposto dalla UE giura di notte in segreto

 

moldaviaIl nuovo governo moldavo ha giurato davanti al presidente della Repubblica Nicolae Timofti. Ma lo ha fatto a mezzanotte e in segreto, senza che la stampa o l’opinione pubblica ne fossero al corrente. “La cerimonia si è tenuta alla residenza di Stato”, ha confermato il capo dell’amministrazione presidenziale Ion Paduraru. Lo riporta Interfax.

“Il capo dello Stato – ha aggiunto Paduraru – si augura che il nuovo governo sia competente e possa stabilizzare la situazione economica e finanziaria del Paese; la fiducia dipenderà dalle sue azioni sia in patria che all’estero; il presidente spera nel successo del governo in cooperazione con il parlamento per il bene delle riforme di stampo europee”. Mercoledì scorso a Chisinau si sono verificate proteste di massa per la nomina a primo ministro di Pavel Filip, giudicato un uomo di fiducia dell’oligarca Vlad Plahotniuc, che aveva ottenuta in precedenza la nomina a primo ministro designato scatenando le protese. Ieri i manifestanti hanno assaltato il Parlamento dopo il voto di fiducia al governo.

Ieri centinaia di manifestanti hanno sfondato i cordoni di polizia a Chisinau, in Moldova, riuscendo a fare irruzione in parlamento. Migliaia di persone hanno protestato contro la formazione di un nuovo governo guidato dal filo-occidentale Pavel Filip


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!
IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal
 



 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -