Schengen, Juncker insulta i governi europei: “si guardino allo specchio”

 

juncker«Senza un’azione comune, una politica europea dell’immigrazione, Schengen non sopravvivrà». Lo ha detto il Presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker che attacca gli Stati inadempienti: «Alcuni governi sono veloci ad attaccare Bruxelles, ma si guardino allo specchio, anche loro sono Bruxelles».

«La situazione attuale minaccia l’esistenza stessa di Schengen» ribadisce il numero uno della Commissione. «Ecco perché dobbiamo fare del nostro meglio per evitare la reintroduzione dei controlli alle frontiere che sarebbero molto costosi» in termini economici e di libera circolazione. Intervenendo a Strasburgo in occasione della plenaria del parlamento europeo, è stato il presidente della commissione che ha sottolineato – parlando della crisi dei migranti – la necessità di applicare le misure adottate dalla Ue ma finora non pienamente applicate per far fronte all’emergenza.

«Abbiamo una moneta unica, abbiamo libertà di movimento, abbiamo un mercato interno. Sono conquiste che vogliamo mantenere e l’attuale situazione minaccia le fondamenta dell’Unione», ha detto ancora il politico lussemburghese ricordando che gli obiettivi prefissati – in particolare la creazione degli hotspot e il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne dell’Unione – sono a lungo termine, che bisogna continuare a lavorare per la loro realizzazione, e che «non possiamo aspettarci di realizzarli da un giorno all’altro».



   

 

 

1 Commento per “Schengen, Juncker insulta i governi europei: “si guardino allo specchio””

  1. Che questo osceno,abominevole,tirannico e infame regime possa crollare al più presto!Cominciano ad avere paura,eh?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -