Bologna: il sindaco Merola al “presidio antifascista” contro Forza Nuova

 

merolaCirca 200 i partecipanti al presidio antifascista di Cgil, Cisl, Uil, Anpi, Arci e Libera in piazza Nettuno a Bologna, davanti al Sacrario dei caduti, come “risposta forte” alla presenza di Forza Nuova. Il movimento di destra ha infatti tenuto in città, in un luogo che non è stato rivelato, una riunione tecnico-organizzativa nell’ambito di ‘Alliance for Peace and Freedom’ con gli eletti negli enti locali e il segretario Roberto Fiore.

Al presidio c’erano anche il sindaco, Virginio Merola, altri esponenti di Pd, Altra Emilia-Romagna e Coalizione civica. “Forze nazionaliste e neofasciste – ha detto Merola – sono contrarie al nostro ordinamento democratico. Fn è per la nazionalizzazione dei diritti, ovvero per chiudere il nostro paese in una prospettiva anti-costituzionale. Un ragionamento del genere va contro il senso di tutta la nostra storia come città. Siamo una città Medaglia d’oro alla Resistenza e al Valore civile, e pensiamo di dover rimanere ancorati a una prospettiva europea”. ansa

Presidio antifascista a Bologna


 


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal



 



   

 

 

2 Commenti per “Bologna: il sindaco Merola al “presidio antifascista” contro Forza Nuova”

  1. Un po’ piú di severità anche sull’ immigrazione, no, eh ?

  2. questi non hanno un cazzo da fare…parassiti!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -