Supplica al Papa per le donne tedesche. I musulmani … Ah! Come Lei li ama, i musulmani

I musulmani … Ah! Come Lei li ama, i musulmani.

petizione

Vostra Santità,

Nel prendere la penna, sono colto da un sentimento di deferenza che mi paralizza, alla prospettiva di rivolgermi al vicario di Cristo sulla Terra. Tuttavia, i giornali non ci hanno lasciato nulla da ignorare: il nuovo inquilino della casa Sainte-Marthe è un papa normale che non disdegna spazzare e racimolare ai rametti. Una sorta di Don Camillo dei mari del sud.

Alle vostre apparizioni in Piazza San Pietro brulica la solita folla di pellegrini internazionali. Questa folla concentra gli zoppi della vita, gli sfortunati della corte dei miracoli, i mal fottuti, i passanti, tutti i falliti dell’esistenza che siamo noi tutti. Tutti questi relitti di vita, Lei le stringe al petto instancabilmente, Lei li abbraccia, Lei  stringe loro la mano. Non vi è bambino così monello che Lei esita a sbaciucchiare, non ci sono pedoni che sentono troppo il sudore per Lei.

E i musulmani … Ah! Come Lei li ama, i musulmani, sempre pronto  tender loro la mano, la bocca, col culo in alto come le galline e le braccia tese. Lei ama il suo lontano come se stesso.

Ma tra tutti questi popoli, non c’è molto spazio per le donne tedesche, insultate o addirittura violentate, in alcuni casi, violentate sotto lo sguardo vuoto di una polizia che esegue gli ordini.

Ve lo concedo, i tedeschi non sono bravi a piagnucolare e difficilmente amano ispirare compassione. Siegfried ha gli occhi azzurri e sguardo duro. Quando abbiamo fondato la sua filosofia sulla volontà della potenza, composto la metà della musica sinfonica, inventato la Blitzkrieg e gli abusi che conosciamo, costruito le migliori berline del mondo, stabilito il monopolio sulle macchine utensili, disporre di potenza finanziaria e di belle donne bionde, è difficile fare pietà. I tedeschi non chiedono niente. Sessantacinque anni fa, quelli che hanno vinto, li hanno schiacciati sotto le bombe al fosforo senza che essi mormorassero.

Nel lamento dello stupro di massa di Colonia, io ho apprezzato il ritegno dei vostri commenti. Voi nascondevate il vostro dolore. Mi sembra che una lacrima a proposito non sarebbe stata versata.

Che diavolo (scusate, perbacco), i cattolici tedeschi sono milioni! Lei potrebbe metterli sullo stesso piano degli Zulu e i Samoiedo. Nostro Signore ha preferito alcuni dei suoi apostoli agli altri e San Giovanni a tutti gli altri. Il suo amore è infinito, ma ci sono dei gradi nell’infinito come nell’amore del Padre: inesauribili e tuttavia proporzionati al merito e alla giustizia.

Si mormora in Vaticano che le sue apparizioni sul balcone non fanno più successo. Il pubblico è scarso.

Questa è un’opportunità per concentrarsi sul cuore della propria gente, i cattolici.

Philippe Bornet – -  http://www.bvoltaire.fr

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -