Il petrolio cala, la benzina no: Grecia e Italia nella morsa delle tasse

 

In Italia la benzina è scesa sotto 1,43 euro al litro, certo. Peccato che nel 2009, quando i prezzi del petrolio erano ai livelli odierni, costasse 1,13.

In mezzo, proprio come in Grecia, c‘è il fisco: “Per ogni 100 euro che un automobilista greco paga alla pompa di benzina soltanto 33 euro vanno all’industria petrolifera, cioè al Paese e all’azienda di estrazione, alla raffineria e ai distributori”, spiega la nostra corrispondente Symela Touchtidou. “I restanti 67 euro vanno allo Stato. Le tasse sulla benzina in Grecia sono alte, ma in Europa c‘è chi sta peggio”, afferma.

Nella zona euro soltanto i Paesi Bassi hanno un’incidenza percentuale della tassazione (70%) superiore all’Italia, dove 99 centesimi al litro finiscono nelle casse dello Stato (il 68%). Risultato: paghiamo la benzina quasi il 15% in più dei francesi e oltre il 30% in più degli austriaci.

“Tradizionalmente – spiega Costis Stambolis, direttore dell’Institute of Energy for South East Europe – per molti anni le tasse sono state imposte sull’industria europea del carburante perché per i governi è il modo più facile per ‘battere cassa’. Tenete a mente che al di là dell’Atlantico, negli Stati Uniti, i prezzi alla pompa di benzina sono un terzo dei nostri”.

Oltreoceano soltanto alcuni Stati prevedono delle accise. La benzina costa in media 1,42 dollari al gallone, il che si traduce in circa 31 centesimi di euro al litro.

Di Giacomo Segantini | Con SYMELA TOUCHTIDOU -  euronews



   

 

 

2 Commenti per “Il petrolio cala, la benzina no: Grecia e Italia nella morsa delle tasse”

  1. Sempre e comunque spremuti e tartassati:cornuti e mazziati!

  2. O NON LO SAPETE ? CHE NELLA BENZINA C’è L’ACCISE DELLA ULRIMA GUERRA .? POI LA GUERRA D’AFRICA , POI LIBIA, ACCETTO CORREZIONI CHI NE Sà PIù DI ME.! /QUESTE SONO LE “VOCI” ,,,…!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -