Show di Benigni in Vaticano per sponsorizzare il libro di Bergoglio

 

Intervento-show di Roberto Benigni alla presentazione del libro del Papa sulla Misericordia. “Sono emozionato, è la prima volta che sono in Vaticano e solo a questo Papa poteva venire in mente di organizzare una presentazione con un cardinale veneto, un carcerato cinese e un comico toscano“, ha detto riferendosi a Pietro Parolin e ad un detenuto del carcere di Padova, che hanno parlato prima di lui.

libro bergogliofoto ansa

“Sono l’unico senza collarino, senza tonaca, vorrei averne una. Avevo la vocazione fin da piccolo. Quando mi chiedevano cosa volevo fare da grande, rispondevo: il papa. Ma tutti si mettevano a ridere e ho capito che dovevo fare il comico”. Benigni ha poi riferito della telefonata ricevuta dal Vaticano per partecipare a questa presentazione: “Non li ho fatti neanche finire, ho detto subito sì, per qualsiasi cosa, posso fare la guardia svizzera o l’autista della papa-mobile”.

Riferendosi a Francesco, il comico ha detto: “E’ l’uomo più grande del mondo, questo Papa mi piace tanto tanto, è meraviglioso, grande, umile e rivoluzionario come ha detto Scalfari, e loro tra rivoluzionari si intendono“. Non sono mancate battute anche su parti del vangelo. Citando i versetti in cui Gesù guarisce la suocera di Pietro, Benigni ha detto: “E’ la rivincita di tutte le suocere, questo è il primo miracolo del vangelo di Marco. E Pietro non ha fermato Gesù dicendogli di lasciar stare perché ormai era malata”. E ha concluso: “Ma Gesù la guarisce, perché poi lei si è messa a servirli, in pratica voleva fare un pranzetto”. ANSA


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
 

oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -