Il colosso petrolifero saudita Aramco verso la quotazione in Borsa

 

Dopo l’anticipazione in una intervista all’Economist da parte del principe Mohammed bin Salman, è arrivata la conferma ufficiale: Aramco, il colosso energetico che controlla la produzione e le riserve petrolifere saudite, ammette in una nota di avere “allo studio diverse opzioni per consentire un’ampia partecipazione del pubblico nel suo patrimonio attraverso la quotazione” in Borsa di una “percentuale adeguata” di azioni della Società o di alcune sue controllate.

aramco

La notizia, che cade in una fase di ulteriori contrazioni dei prezzi petroliferi, viene tuttavia accolta con una certa cautela dagli osservatori, innanzitutto per la difficoltà di dare una valutazione, per quanto approssimativa, del valore di Aramco che, a seconda delle riserve accertate (ma sulle quali non è stato effettuato nessun audit indipendente), potrebbe andare fino a 10.000 miliardi di dollari (quanto il PIL Usa). E’ evidente che una quotazione di una parte anche minima del colosso saudita portebbe facilmente a superare il tetto dei 25 miliardi di dollari, ovvero l’Ipo più ‘ricca’ della storia, messa a segno dalla cinese Alibaba.

In ogni caso il cammino verso la quotazione appare ancora lungo, tant’è che nel comunicato si sottolinea come “una volta che lo studio di queste diverse opzioni sarà completo, i risultati saranno presentati al Consiglio di Amministrazione”. Aramco, comunque, sottolinea come tale ipotesi “è coerente con il percorso generale e progressivo di riforme perseguito dal Regno, tra cui la privatizzazione in diversi settori dell’economia saudita e la deregolamentazione dei mercati”. ADNKRONS

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
 

oppure fai una donazione con PayPal
 





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -