Pestato brutalmente uomo che non offre da bere, arrestati due Rom

rom-pestaggio

Roma – Tentato omicidio. E’ il reato contestato a due fratelli rom, rispettivamente di 16 e 33 anni, arrestati dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Frascati con l’accusa di aver pestato un 46enne italiano all’interno di una sala slot sulla via Casilina.

L’episodio risale al 23 settembre scorso quando i due avevano aggredito l’uomo che in quel momento stava acquistando una birra e si era rifiutato di offrire anche a loro una consumazione. Al suo no, il 46enne era stato spinto a terra, preso a calci e pugni e colpito piu’ volte dal minore con un chiavistello utilizzato per aprire le macchine slot, riportando ferite al collo e al torace.

All’identificazione dei due aggressori si e’ arrivati attraverso le immagini del sistema di videosorveglianza installato all’interno del locale e le testimonianze di alcuni presenti. Dal giorno successivo all’aggressione, entrambi i rom avevano abbandonato le rispettive abitazioni facendo perdere le proprie tracce: dopo lunghe indagini i Carabinieri sono riusciti a catturare prima il minore, all’uscita di un bar sulla Casilina, e dopo qualche giorno il fratello piu’ grande, nascostosi con la propria famiglia in una casa nelle campagne di Aprilia (Latina). (AGI)

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
 

oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -