Molestie a Colonia, l’ONU difende i presunti profughi “non generalizzare”

ROMA – “Le violenze di Colonia sono state uno shock anche per noi”. Così  dice Michele Poletto, portavoce europeo dell’Unhcr (ONU) in un’intervista su repubblica, famigerato quotidiano della sinistra xenofila filo-islamica.  Sta seguendo l’evolversi delle indagini e non nasconde la sua preoccupazione.  “I responsabili vanno individuati, ma attenti a non generalizzare, i richiedenti asilo sono ben altro”. (ma non spiega cosa).  Bergoglio, l’ONU e i satanisti di Detroit

 

فوضى ورعب في حي (Neukölln) ذو الغالبية من اللاجئين في برلين!!Germany – Berlin – Neuköllnنقلت القناة الالمانية (RTL) على برنامج (Spiegel TV) ان هناك حالة من الفوضى والفزع في عدة احياء للاجئين وخاصة في حي (Neukölln) في العاصمة الالمانية برلين, على ايدي ابناء المهاجرين ليلة عيد الميلاد, وان هناك حربا بالالعاب النارية وحرب شوارع ادت الى اصابات عديدة بين المواطنين الالمان. نقل ذلك على القناة الالمانية بتاريخ 3/1/2016محـــ السويد للمسيح ــــبتنا

Posted by ‎Sweden for christ السويد للمسيح‎ on Mercoledì 6 gennaio 2016

 

“Siamo noi i primi a essere colpiti da questi avvenimenti. I responsabili dovranno rispondere delle loro azioni. Ma ripeto: sono singoli individui che non devono essere associati alla categoria più generale dei rifugiati”.

Poi pronuncia una gravissima imprecisione: “I dati ci dicono che quest’anno su un milione di richiedenti asilo giunti in Europa gli uomini sono il 58%, tutti gli altri sono bambini e donne”. Ovviamente non è vero. (vedi immagine sotto)

“Ci sono certamente problemi legati all’integrazione, non solo per quanto riguarda il ruolo della donna, ma non bisogna generalizzare, né assecondare derive xenofobe. Anzi si deve continuare a sostenere quei governi, come la Germania, ma anche la Svezia, che accolgono queste persone in fuga dalle guerre”.

Colonia, testimonianza choc: “Mi hanno infilato un petardo nella giacca”

colonia-ferita

ungheria



   

 

 

1 Commento per “Molestie a Colonia, l’ONU difende i presunti profughi “non generalizzare””

  1. Anch’io invito a non generalizzare perché ritengo che fra il milione di persone ospitate in Germania c’è n’è pure una decina di brave capitate nel gruppo per caso. E’ come quando la polizia faceva le retate. Fermavano 50 persone e fra questi uno che era lì per caso e che non c’entrava niente

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -