Da’ alla luce una bimba deceduta, madre indagata perché troppo povera

 

povertaSASSARI, 9 GEN – Una donna di 30 anni ha rischiato di morire mentre dava alla luce una bambina, nata già morta, in condizioni igieniche estreme nel bagno di una casa senza luce né acqua a S. Maria Coghinas (Sassari). Il fatto è accaduto mercoledì. Quando è arrivato il 118 la neonata era già morta e la donna versava in gravissime condizioni.

Come se non bastassero la povertà e la perdita della bambina, anche lo stato si accanisce contro la donna.

Infanticidio in condizioni di abbandono materiale e morale connesse al parto. È l’ipotesi di reato per cui la Procura di Sassari ha iscritto nel registro degli indagati la donna di S.Maria Coghinas (Sassari) che ha messo alla luce una bimba deceduta – questa l’ipotesi degli inquirenti – solo dopo il parto. La gravidanza è stata portata a compimento in un’abitazione fatiscente. Condizioni igieniche estreme, a maggior ragione per partorire, osservano i pm. Lunedì l’autopsia.



   

 

 

1 Commento per “Da’ alla luce una bimba deceduta, madre indagata perché troppo povera”

  1. Alcuni ricchi dicono che la povertà è una colpa. Evidentemente è vero se la magistratura da loro ragione.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -