Parigi, tenta di entrare in commissariato con cintura esplosiva: ucciso dalla polizia

 

7 gen. – Un uomo che indossava una cintura esplosiva è stato ucciso dagli agenti davanti al commissariato di Goutte-d’Or a Parigi. Lo riporta il sito del quotidiano ‘Le parisien’ citando proprie fonti secondo le quali l’aggressore avrebbe anche tentato di accoltellare alcuni agenti prima di essere fermato. Sul posto sono intervenuti gli artificieri.

Secondo France Info aveva anche una cintura esplosiva, mentre le autorità hanno detto che ha gridato “Allah Akbar”, “Allah è grande”. Il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, si sta recando sul posto.

Un uomo è stato ucciso stamane dinanzi a un commissariato al XVIII arrondissement di Goutte d’Or, un quartiere multietnico nella parte settentrionale della capitale, mentre tentava di aggredire un poliziotto: l’uomo, secondo fonti del ministero dell’Interno, aveva un coltello e un dispositivo che, dalle prime risultanze, sembra una finta cintura esplosiva; e prima di essere abbattuto, ha gridato “Allah è grande”. Secondo France Info, il terrorista era in possesso di esplosivo. 

L’uomo ha cercato di attaccare la polizia e fare irruzione nel commissariato del quartiere della Goutte d’Or a fine mattinata, intorno alle 12 ora locale. Una giornalista del New York Times, Anna Polonyi, ha messo on-line la foto della vittima e quello che sembra un robot per ispezionare la salma in cerca di esplosivo. Seconto Rtl, anche un poliziotto è rimasto ferito. Negli attimi convulsi dell’evento, gli abitanti della zona sono stati invitati a chiudere le finestre e tenersi lontani dai balconi.

Al momento è privilegiata la pista di un’azione terroriostica da parte di un ‘lupo solitario’.
Le immagini che circolano sui social media mostrano un uomo in jeans, con una giacca grigia steso a terra, con le braccia lungo i fianchi, a pochi metri dall’ingresso della stazione di polizia. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -